Friday, 10 April 2020
 
 
Come localizzare le stringhe di estensioni destinate alle applicazioni Mozilla Print
Written by Goofy   
Thursday, 29 September 2005
Autore: Goofy / Traduzione italiana : Vash

Qualche volta capita che le estensioni che andiamo a tradurre non contengono la cartella del locale,
così siamo costretti a fare una ricerca alla cieca tra le varie stringhe dei numerosi file...
Ma possiamo noi stessi creare la cartella "locale" che potrà essere utile per altri traduttori o per diffondere l'estensione nel mondo...
Qui prendiamo come esempio l'estensione Anidisable di Harry Patsis
1

Apriamo anidisable.xpi
ouvrir1.png
con Izarc o 7-Zip ...
2

La cartella Chrome contiene un altro file compresso che dobbiamo aprire...
ouvrir2.png
3

Oopss che sfortuna! Non c'è nessuna cartella del locale dentro...
ouvrir3.png
4

Bene allora...
ne creiamo una noi!
localefolder1.png
clic con il tasto destro su "Nuova cartella" quindi rinominarla
5

E ci inseriamo i seguenti contenuti :
una sottocartella en-US (supponendo che si vada ad aggiungere una localizzazione inglese) contenente questi due file :
- anidisable.dtd
- contents.rdf
localefolder2.png
click con il tasto destro su "Nuovo file di testo" quindi rinominalo

6

Adesso diamo un'occhiata ai file content/anidisable.xul, dove abbiamo trovato stringhe da localizzare. Queste sono le parole che verrano mostrate all'utente finale.
Attenzione : dobbiamo lasciare la parola "Anidisable" non tradotta, perchè raccomandato lasciare il nome dell'estensione così com'è.
Aprire con un editor di testo come Pspad o Jedit

labels1.png

... Quali stringhe dobbiamo localizzare ? Clicca qui per dei suggerimenti

7

Questo è il momento importante!
Adesso dobbiamo sostituire i messaggi tra le virgolette con :
& seguito da un nome di variabile sufficentemente esplicito, terminando con un ;
labels2.png

8

Andiamo intanto nel locale en-US, ad aprire il file anidisable.dtd

Con molta attenzione alla sintassi (guardare esempio alla destra), inseriamo i nomi delle variabili e il loro "equivalente" inglese.
label3.png

9

Torniamo al file anidisable.xul , e nella seconda linea aggiungiamo questa linea che dice all'estensione l'indirizzo preciso dove trovare gli elementi localizzati...
linea 'doctype'

10

Facciamo la stessa operazione ancora - sostituzione delle variabili- per le stringhe nel file:
anidisablesettings.xul
seguendo i passaggi
7 8 9
utf8.png
...e non dimentichiamoci la codifica UTF-8 !

11

Guardiamo qui sotto cosa bisogna scrivere dentro il file locale/ contents.rdf.
Questa parte è uguale per tutte le estensioni, naturalmente eccetto il nome dell'estensione stessa.
Per alleviarvi dal peso di scrivere tutto a mano, potete copiare e incollare da questo file di testo....
contents.png
12

Un'altro punto importante: se vogliamo che l'estensione prenda in considerazione le nostre cartelle del locale, dobbiamo indicare l'indirizzo giusto aggiungendo questa linea gialla nel file
install.rdf .
install-locale-line.png
È fatta! Ora dobbiamo solo:

  • ricomprimere per ottenere un nuovo file .xpi
  • testare se l'estensione funziona
  • mandare all'autore la nostra proposta di localizzazione.
 
 
 
 
* Se vi volete allenare e confrontare i risultati, prendete l'estensione Anidisable nella sua versione originale / versione localizzata
In quest'ultima versione, anche la descrizione iniziale è stata localizzata: guarda come fare qui .
E se volete localizzare le stringhe presenti in un file javascript (*.js), ecco qui la guida.


Quali stringhe di testo possiamo localizzare?
Quelle che seguono questi tag:
  • "label"
  • "title"
  • "tooltip"
  • "value"
  • "accesskey"
mon avatar

Fatto con Nvu
Last Updated ( Friday, 30 September 2005 )
 
 
Top! Top!